Cantare in Coro migliora la tecnica da Solista - Eufonicamente
Cantare in coro Migliora la tua tecnica da solista?

La parola coro deriva dal latino chorus e dal greco χορός e sta a indicare l’unione di più cantori che eseguono più parti del concerto. La parola solista, invece, deriva da solo (in latino solos), che si riferisce a una persona che ha una parte predominante nell’opera o canzone.

Ci è a tutti chiaro che in un coro si è insieme e che non sia la stessa cosa che cantare da soli. Ci sono moltissime difficoltà differenti che portano entrambe le esperienza ma è anche vero che tutte e due ci offrono possibilità uniche che solo un cantante che si cimenta in entrambe può capire.

Quindi, cantare in un coro aiuta davvero anche la tecnica da solista? Scopriamolo insieme.

Cantare come solista è ben diverso rispetto al cantare in coro, ma le due esperienze potrebbero completarsi.

CANTARE DA SOLI

Tutti noi, sin da piccoli, cantiamo (alcuni di noi anche prima di parlare).

In realtà è molto comune e questo perché la parte del cervello che percepisce ed elabora la musica è l’emisfero destro, lo stesso che si occupa delle emozioni.

Il linguaggio, invece, interessa la parte sinistra del cervello, è quindi più immediato iniziare ad esprimerci prima con dei suoni per poi arrivare al vero e proprio linguaggio.

Il nostro cervello ed i due emisferi.

Anche i nostri genitori o tutori giocano un ruolo importante in questo.

Molte mamme amano cantare ai loro bambini sin da quando sono nella pancia e questo, inconsciamente, rimanda a quel legame che la madre crea attraverso il canto sviluppando una relazione affettiva.

Chi ama cantare da solo è un esibizionista?

 “Non mi piace che mi siano dati dei limiti, perché quando sei in un coro, hai una parte che devi cantare e la canti. Mi è sempre piaciuto fare per conto mio.” – Tom Jones

Essere un solista non significa prevalere sugli altri, essere il più bravo, pretendere di ricevere sempre complimenti o prendere decisioni senza confrontarsi con gli altri.

Sentiamo spesso di cantanti “capricciosi” che vogliono tutto subito trattando male gli altri membri dello staff e questo è dovuto a due fattori: un brutto caratteraccio e il fatto che, per lo più, si tratta di professionisti che girano il mondo e fanno moltissimi concerti l’anno e la pressione sulle loro spalle, spesso, è molta.

Essere un solista non è facile, comporta anche molte responsabilità.

Essere un solista significa essere un leader, coordinare e confrontarsi con la band o lo staff, mettersi allo stesso piano degli altri e gestire le proprie responsabilità.

Non credo che chi ama esibirsi come solista sia da considerarsi un esibizionista ma semplicemente riesce ad esprimersi meglio in questo modo, proprio come afferma il grande Tom Jones (vedi citazione sopra).

Credo anche, però, che un solista debba provare l’esperienza di un coro almeno una volta per poter decidere se possa essere utile o meno come esperienza.

Vuoi migliorare la tua voce?

Registra un audio ed inviaci la tua registrazione, riceverai una valutazione gratuita a riguardo.

Ok, ci provo!

Cantare in un coro

Non sono mai riuscita ad entrare nel coro della scuola perché all’insegnante non piaceva la mia voce.
Ma forse aveva ragione, avevo la voce che quasi assomigliava a una capra.
Mio papà, però, mi ha detto di non mollare mai e andare avanti, direi che questo consiglio è servito.” – Shakira

Abbiamo già scritto di quanto cantare in un coro faccia bene al corpo e alla mente, ma cosa ha significato e cosa significa ora il coro?

Partiamo dalle origini del coro, spostiamoci per un momento nella Grecia Classica.

La musica ed il coro nella concezione della Grecia Classica.

Ai tempi dei greci la concezione di coro era diversa da quella di oggi.

Esso rappresentava la coscienza della società e cioè aiutava il pubblico a ragionare e riflettere su vari aspetti della vita umana ed era accompagnato dal parlato e dalla danza, una vera e propria crescita spirituale.

Nel medioevo inoltrato, invece, le persone iniziarono ad aggregarsi e il coro si diffuse prima nei paesi più freddi perché la vita era vissuta maggiormente al chiuso e si cantava tutti insieme.

Come possiamo notare, il coro ha sempre avuto un ruolo importantissimo nella società sin da tempi antichissimi.

Cantare in un coro non significa non impegnarsi perché gli altri lo faranno per noi o cantare più forte per far sentire la nostra voce.

Cantare in un coro significa rispettare gli altri, trovare dei compromessi, aiutarsi a vicenda e crescere insieme.

Non tutti i coristi hanno un’intonazione perfetta ma con il sostegno degli altri riescono a migliorarsi e raggiungere i loro obiettivi.

Esibirsi, Senza stress

Vuoi cantare in pubblico ma senti che ti manca il coraggio o la tecnica.
Hai mai provato ad esibirti in un coro?

No, voglio provare!Sì, canto già in un coro
.showonclick_canto{display: none;}

Ti Piacerebbe migliorare nel canto individuale?

Lasciaci le tue informazioni, potremo fissare un incontro per capire insieme se possono esserti utili delle lezioni individuali, anche per migliorare le performance nel tuo coro!

    Sono un solista,
    mi serve cantare in un coro?

    Cantare in un coro può avere molti vantaggi anche per un solista

    Ci sono moltissimi vantaggi che un solista può avere cantando in un coro:

    • Meno Pressione
      Essendo abituati ad essere al centro dell’attenzione, il coro può dare una prospettiva diversa e migliorare il rapporto con gli altri.
      Se ami emergere, puoi chiedere al tuo maestro se puoi cimentarti in una parte solista.
      Molti cori, soprattutto gospel, inseriscono nel loro repertorio dei brani in cui sono necessari uno o più solisti.

    • Più Responsabilità
      Il coro è condivisione quindi si può sempre contare sull’altro ma per una resa perfetta ognuno deve fare la sua parte e la responsabilità è comunque collettiva.

    • Migliora l’intonazione
      L’insegnante di Shakira (vedi sopra) ha avuto sicuramente torto non ammettendola nel coro della scuola.
      È, infatti, sbagliato cacciare qualcuno solo perché non è molto intonato o, come in questo caso, non ha la “voce adatta”.
      Ho visto tantissime persone migliorare di molto o anche di poco nonostante fosse la prima volta che si approcciavano al canto corale.
      L’intonazione può essere migliorata col tempo e non bisogna avere fretta.
    Le prove di un coro, un momento di socialità.
    • Migliora la lettura dello spartito
      Ogni maestro di coro che si rispetti vi fornirà degli spartiti della canzone che andrete ad eseguire.
      Saper leggere uno spartito, per un corista, è molto importante perché vi sono scritte tutte le istruzioni necessarie.
      Il 90% delle volte, il solista non sa nemmeno cosa sia uno spartito ma, essendo un musicista come gli altri, deve saper leggere la musica.
      Il coro ci aiuta ad avere una maggiore consapevolezza musicale.

    • Ci insegna le dinamiche
      Sullo spartito troviamo le dinamiche.
      Quelle più frequenti sono: piano (p), forte (f), mezzo piano (mp) e mezzo forte (mf).
      Nel solismo vengono spesso dimenticate ma sono fondamentali per creare nuove sensazioni in una canzone che, altrimenti, suonerebbe tutta uguale.

    • Aiuta a regolare il volume
      Cantando in coro dobbiamo amalgamare la nostra voce a quella degli altri e questo ci permette di imparare a regolare il volume della nostra in base alle esigenze.
      Ci insegna che non dobbiamo gridare per emozionare l’ascoltatore.

    • Migliora l’ascolto
      In coro impariamo non solo ad ascoltare la nostra voce per unirla a quella degli altri ma impariamo anche ad ascoltare gli altri e a correggerci da soli se sbagliamo o a continuare per la nostra strada se sappiamo che la nota che stiamo cantando è giusta e quella del compagno no.

    • Migliora l’attenzione 
      Durante l’esecuzione dobbiamo pensare a molte cose in un coro: quando tocca noi, quale nota cantare, andare a tempo, seguire le direttive del maestro, ricordarci le dinamiche, tenere l’intonazione, ecc.
      Quando cantiamo da soli siamo relativamente più liberi, così il coro ci insegna a prestare attenzione a molte più cose contemporaneamente.

    • Ci tiene in allenamento
      La prova di coro settimanale diventa come un allenamento costante.

    • L’importanza del silenzio.
      Come le dinamiche, spesso, ci si dimentica del silenzio.
      Senza silenzio non ci sarebbe musica e così come il corista ha delle pause in cui non canta, il solista può imparare a non cantare costantemente e capire, così, che gli spazi e le pause musicali sono fondamentali.

    Vuoi migliorare la tua voce?

    Registra un audio ed inviaci la tua registrazione, riceverai una valutazione gratuita a riguardo.

    Ok, ci provo!

    Conclusioni

    Studio canto da molto tempo e sono molti anni che faccio parte anche di un coro.

    Consiglio ad ogni solista di provare questa esperienza perché porta solamente benefici e, non solo ogni giorno noto un miglioramento a livello vocale e musicale, ma mi regala molte altre soddisfazioni che vi invito a sperimentare di persona.

    Può sembrarci che cantare in un coro sia molto meno emozionante o soddisfacente che cantare da soli ma credetemi quando vi dico che, ogni volta che devo salire sul palco con il mio coro, sono agitata ed emozionata come quando devo salirci da sola.

    Se siete fortunati di condividere questa esperienza con persone che si impegnano e condividono la vostra passione, guadagnerete preziosi nuovi amici e scoprirete nuovi lati di voi stessi che altrimenti rimarrebbero nascosti.

    Sabrina Zoppellari

    Insegnante di Canto Moderno e Canto Jazz

    Diplomata in Canto Moderno in NAM, continua gli studi in Canto Jazz presso la Civica Scuola di Musica Claudio Abbado.

    Insegna Canto Moderno e Jazz privatamente, si occupa di Animazione Musicale e lavora per vari progetti originali in studio di registrazione.

    Scopri di più!

    Non hai trovato quello che cercavi?

    Scrivici per avere maggiori informazioni

      Dove Siamo

      Se ti piace cantare e vuoi sperimentarti con nuove persone, senza stress, sei nel posto giusto!

      Al momento siamo a:

      • Mariano Comense (CO)
      • Varedo (MB)
      • Cantù (CO)
      • Cernobbio – Coro Grandi Successi (CO)

      Scopri qual è il coro più vicino a dove abiti o al tuo luogo di lavoro e vieni a trovarci per una prova gratuita!

      Vieni a provare!

        Abilitando l’uso dei cookies, avrai la migliore esperienza possibile su questo sito.
        Leggi la nostra Cookie policy