Come posso migliorare la mia intonazione - Eufonicamente
Come migliorare l'intonazione

Si può essere perfettamente intonati? Ma cos’è l’intonazione?

Col termine intonazione, si indica la differenza tra la frequenza di un suono con un altro preso come riferimento.

Essa è giusta (intonata), se il suono emesso ha la stessa frequenza di quello di riferimento, o falsa (stonata) se il suono risulta calante (frequenza leggermente più bassa del suono di riferimento) o crescente (frequenza leggermente più alta del suono di riferimento).

Quanto si può essere intonati e da cosa dipende? Scopriamolo insieme.

Migliorare l'intonazione, come ottenerlo con esercizi mirati.

Gli altri strumenti musicali e la voce

Cerchiamo di scoprire cos'è l'intonazione.

Quando parliamo di intonazione, non ci riferiamo solamente a quella della voce, anche tutti gli altri strumenti devono essere intonati altrimenti si rischia di ascoltare una cacofonia di frequenze diverse che ci farebbero disprezzare un concerto.

L’intonazione gioca un ruolo fondamentale nel creare bellezza e armonia nella musica, da non confondere con varie tecniche compositive che vanno oltre la visione della musica convenzionale, come per esempio la dodecafonia di Shömberg.

Riproduci video

Schoenberg – Suite for Piano, Op.25 (Boffard)

Anche in questo tipo di composizioni musicali, ogni strumento deve essere accordato con un suono di riferimento universale. Quale? A = 440 Hz.

Ciò significa che, universalmente, ogni strumento per accordarsi deve intonarsi con il La centrale, quello della tastiera del pianoforte per intenderci. 

Nella storia della musica, ci sono stati anche numerosi episodi di artisti che hanno deciso di registrare alcuni dei loro brani out-of-tune (non intonati).

Questa è una scelta stilistica intrapresa forse per uscire dai canoni di musica convenzionale a cui siamo stati abituati. Ecco alcuni esempi:

Riproduci video

David Bowie – Ziggy Stardust (2012 Remaster)

Riproduci video

Bob Dylan – Queen Jane Approximately

Ascoltando la canzone non ci accorgiamo di questa stonatura ma se proviamo a suonare le note di un pianoforte intonato durante la riproduzione, sentiremo che le due frequenze non sono perfettamente uguali.

Accordatura

Accordare uno strumento significa renderlo intonato. Ogni strumento ha la propria procedura di accordatura.

Negli strumenti a corda, per esempio, si devono regolare le corde utilizzando le meccaniche poste al termine del manico che servono per tirare – la frequenza si alza – o per allentare – la frequenza si abbassa – le corde.

In alcuni strumenti a fiato viene allungato o accorciato leggermente il tubo in corrispondenza dell’imboccatura in cui viene soffiata l’aria.

Anche le pelli della batteria vengono accordate tramite quelle viti che vediamo intorno al cerchio di metallo su ogni tamburo.

E la voce?

Lo strumento del cantante è molto simile alla tromba.

Le corde vocali che vibrano in ognuno di noi, possono essere paragonate al movimento delle labbra di quando un musicista suona la tromba e non solo.

L’aria passa in un minuscolo spazio tra le corde facendole vibrare e producendo il suono che passa dalla cavità orale, così come l’aria passa tra le labbra del trombettista che vibrano al suo passaggio ed essa viene mandata così nello allo strumento.

Provate a chiedere a un trombettista come funziona il suo strumento e quanto è difficile far uscire una nota intonata.

Lo stesso succede ai cantanti, bisogna avere un buon orecchio e allenarsi costantemente.

 

Come faccio a sapere se sono intonato?

Come scoprire se si è già intonati?

La stonatura è una questione di orecchio.

Sentire che qualcuno non è intonato è un fattore culturale, noi siamo stati abituati ad un certo tipo di idea di intonazione e quindi quando qualcuno è stonato “come una campana” o “non ne azzecca una”, lo percepiamo immediatamente e ci si storce il naso.

Pochi sanno che esistono delle stonature che alcuni di noi non sentono, ma perché? Perché serve un orecchio allenato e fino per individuare le imprecisioni. 

La perfezione, nell’intonazione, è impossibile da raggiungere.

Dobbiamo pensare che per noi cantanti questa verrà sempre percepita come una sensazione, la sensazione di essere in perfetta armonia con gli altri strumenti e quindi di essere il più vicino possibile alla frequenza “intonata”. 

Come fare per migliorarsi? 

Come migliorare la propria intonazione.
    1. Rivolgiti a un esperto.
      L’insegnante di canto ne sente di tutti i colori tutti i giorni e avrà sicuramente un orecchio più allenato del tuo. 
    2. Prova a registrarti.
      Ogni volta che provi un brano, prova a registrarti e a riascoltarti.
      Non sempre siamo in grado di capire quanto siamo stati bravi mentre cantiamo.
      Puoi farlo con il tuo telefono o seguendo questa nostra guida per un suono migliore. 
    3. Ascolta gli artisti dal vivo.
      La registrazione in studio non da mai lo stesso risultato di una esibizione live.
      Ascolta i concerti dei tuoi artisti del cuore o di quelli che reputi bravissimi. Prova prima ad ascoltare un pezzo della canzone registrata e subito dopo pezzo della stessa dal vivo.
      Cosa cambia? Secondo te è sempre intonato/a o se c’è qualche errore?
      Questo è un ottimo esercizio per migliorare anche l’orecchio col tempo. 
    4. Intonati con uno strumento.
      Questo è l’esercizio più difficile e andrebbe fatto costantemente e da tutti i cantanti, sia di professione che non.
      Suonare una nota su un pianoforte intonato e riprodurla con la voce, aiuta l’orecchio e il nostro cervello ad allenarsi a raggiungere il suono più preciso possibile.
      È un esercizio di pazienza e profonda concentrazione che peró a effetti strabilianti.
    5. Ascolta tanta musica diversa.
      I bravi artisti, si sa, sono ovunque quindi perché ascoltare sempre le stesse voci?
      Consiglio di ascoltare almeno un album nuovo al mese, di chiunque tu voglia.
      Consiglio anche di ascoltare gli artisti del passato, potresti scoprire cose inaspettate.

Vuoi migliorare la tua voce?

Registra un audio ed inviaci la tua registrazione, riceverai una valutazione gratuita a riguardo.

Ok, ci provo!

Conclusioni

Fare il cantante e cantare bene non è da tutti.

Possiamo nascere fortunati e avere un talento innato ma anche questo deve essere allenato continuamente.

I veri musicisti cercano sempre di migliorarsi, fino alla fine della loro carriera.

Non bisogna pensare che saper cantare in maniera naturale basti a renderci dei cantanti.

Gli stessi artisti famosi che noi ammiriamo hanno alle spalle ore di prove e concerti.

Allenarci, sempre e per sempre, ci farà scoprire che abbiamo tanto da esprimere e trasmettere perché si può sempre migliorare, evolversi e cambiare. 

Sabrina Zoppellari

Insegnante di Canto Moderno e Canto Jazz

Diplomata in Canto Moderno in NAM, continua gli studi in Canto Jazz presso la Civica Scuola di Musica Claudio Abbado.

Insegna Canto Moderno e Jazz privatamente, si occupa di Animazione Musicale e lavora per vari progetti originali in studio di registrazione.

Scopri di più!

Non hai trovato quello che cercavi?

Scrivici per avere maggiori informazioni

    Dove Siamo

    Se ti piace cantare e vuoi sperimentarti con nuove persone, senza stress, sei nel posto giusto!

    Al momento siamo a:

    • Cantù (CO)
    • Bovisio Masciago (MB)
    • Cernobbio – Coro Grandi Successi (CO)

    Scopri qual è il coro più vicino a dove abiti o al tuo luogo di lavoro e vieni a trovarci per una prova gratuita!

    Vieni a provare!

      Abilitando l’uso dei cookies, avrai la migliore esperienza possibile su questo sito.
      Leggi la nostra Cookie policy